La GAM di Palermo ospita il corso sull’accessibilità museale dedicato ai giovani sordi

La GAM di Palermo ospita il corso sull’accessibilità museale dedicato ai giovani sordi

Il progetto MAPS | Musei Accessibili per le Persone Sorde volge al termine –  il 3 dicembre ci sarà l’evento conclusivo a Roma -, ma il suo viaggio in giro per l’Italia non è ancora finito! Dopo la tappa al Museo Regionale di Messina il corso di formazione destinato alle ragazze e ai ragazzi sordi torna in Sicilia.  Il 17 e il 18 novembre, infatti, saremo alla Galleria d’Arte Moderna di Palermo per le lezioni e i laboratori sull’accessibilità museale.

SCOPRI il programma del corso 

Siamo entusiasti di portare il progetto MAPS e i nostri ragazzi alla GAM di Palermo, uno tra i musei più attivi  nel rendere accessibile e gradevole a tutti la visita. Sono molti, infatti, i servizi dedicati alle persone con disabilità; in particolare per i visitatori sordi è stata realizzata la videoguida “Segni d’Arte” in Lingua dei Segni Italiana. L’App, oltre ad essere messa a disposizione dalla GAM su tablet, è  fruibile gratuitamente online allo scopo di garantire a tutti la fruizione, anche virtuale, del museo. Inoltre sono disponibili, su prenotazione, visite guidate in LIS.

Ma che cos’è MAPS? Il progetto della Sede Centrale dell’ENS, co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e supportato dalla Direzione Generale Musei del MiBACT, ha svariati e ambiziosi obiettivi:

  • realizzare un portale web per dare visibilità alle risorse museali, aree archeologiche, luoghi della cultura che abbiano realizzato percorsi accessibili alle persone sorde;
  • organizzare corsi per giovani sordi su tematiche legate al patrimonio culturale e alle risorse del proprio territorio;
  • creare una vetrina per iniziative dedicate all’accessibilità del patrimonio culturale;
  • costituire un network di amici e partner nel nome dell’accessibilità.

Le due giornate siciliane, organizzate in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna di Palermo, rientrano nel secondo obiettivo MAPS.

Il corso di formazione può contare su 4 docenti d’eccezione:

  • Miriam Mandosi, storica dell’arte ed esperta in pedagogia, Consigliere Nazionale dell’ICOM;
  • Carlo di Biase, professionista per l’accessibilità museale e culturale, uno dei primi a svolgere il ruolo di Guida Museale in LIS;
  • Consuelo Agnesi, architetto, progettista e consulente in materia di accessibilità, membro CERPA Italia Onlus;
  • Adriano Leoni, in RAI dal 1999 e attualmente Programmista Regista a RAI 2, vanta una grande esperienza in riprese in esterna per programmi culturali.

I docenti si alterneranno con le loro lezioni durante il weekend per trasmettere ai partecipanti nozioni, linguaggio, tecniche e strategie per l’accessibilità museale, in particolare in riferimento alle persone sorde. Con queste due giornate vogliamo incentivare i ragazzi a partecipare attivamente alla vita culturale del Paese e  diventare protagonisti dell’accessibilità, intraprendendo un percorso professionale che li porterà a lavorare in prima persona per la realizzazione di servizi di accessibilità museale. Il corso di formazione sarà accessibile a tutti grazie alla presenza di interpreti LIS/italiano.

Il Progetto MAPS, che si svilupperà durante tutto il 2018, rientra nelle attività per l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. L’obiettivo dell’Anno è quello di incoraggiare il maggior numero di persone a scoprire e lasciarsi coinvolgere dal patrimonio culturale dell’Europa e rafforzare il senso di appartenenza a un comune spazio europeo. Per raggiungere tale obiettivo, per far sì che il patrimonio culturale sia davvero di tutti, pensiamo che l’accessibilità debba essere uno dei temi chiave dell’Anno.

Con MAPS vogliamo fare la nostra parte. 

7 novembre 2018 / in
Comments